Alga Dulse, una grande rivalutazione

L’alga Dulse è un’alga rossa, scientificamente conosciuta come Palmaria palmata, appartenente alla famiglia delle Palmariaceae. A livello commerciale è conosciuta con il nome di Dulse e, in Giappone, come Darusu.

Alga dulse
Alga dulse dissalata

All’aspetto si presenta piccola con fronde piatte, lisce e morbide, che si aprono come le dita di una mano e la loro colorazione può variare dal rosa al rosso porpora. Cresce abbondante nell’Atlantico del nord e nel Pacifico nord-occidentale la loro raccolta viene fatta durate le basse maree da giugno a ottobre  e in seguito viene pulita,fatta essiccare al vento o messa sotto sale. La seconda scelta viene macinata.

L’alga Dulse risulta morbida al tatto  e riscontra un gusto caratteristico e deciso, quasi piccante. Se fritta si può riscontrare un piacevole sapore di bacon.

Quest’Alga è ricca di proteine, vitamina A e C, ferro, zinco e calcio. Non mancano il potassio, il sodio e lo iodio naturale. Per questo è un ottimo integratore alimentare e fa bene alla tiroide, molto  indicata a chi soffre di anemia. La particolare combinazione di vitamine, sali minerali e amminoacidi la rende uno strumento ideale contro lo stress .La lisina, un amminoacido essenziale presente nella Dulse, in associazione con la vitamina C è in grado di limitare la proliferazione del virus herpes.

Dulse
Alga dulse fresca

Non tutti sanno, però, che anche diverse popolazioni costiere occidentali utilizzano tradizionalmente i “vegetali marini” nella preparazione di alcuni piatti tipici. Proprio così: anche in Occidente non è certo una novità l’inserimento delle alghe nella dieta quotidiana.

In cucina è molto versatile ,Dopo un breve ammollo si può aggiungere alle insalate. Si utilizza per la preparazione di minestre, zuppe e condimenti, ma anche antipasti, torte salate, frittate, piatti di pesce e salse, inoltre lega bene con l’avena e i cereali

Inserisci un commento

Name
E-mail

13 + tre =

Commento

Iscriviti per ricevere in anteprima tutti i nuovi articoli!