Il Nespolo comune, il frutto dell’autunno

Dal greco antico méspilon . Il nespolo comune ( Mespilus germanica ) appartiene alla famiglia Rosaceae . Il nespolo comune non deve essere confuso con il nespolo del Giappone. I termini di nespolo e nespola, nel lessico comune, fanno infatti riferimento in genere all’albero e ai frutti di questo del Giappone, Eriobotrya japonica .


Il nespolo comune è diffuso in Europa nell’Europa meridionale (fino alla Germania) e nell’Asia Minore, secondo alcuni anzi sarebbe originario di allora. Il frutto (nespola) è globoso, bruno, con calice persistente, che, staccato dalla pianta e conservato nella paglia, fermenta diventando zuccherino e aromatico. Da questo frutto si trae un liquore di sapore dolce e gradevole. Da degustare a Trinità i famosi dolci farciti di marmellata ai “pocio”.

fiore di nespolo
Fiore di nespolo


Nel 1990 sono state scoperte alcune piante attribuibili al genere Mespilusnell’Arkansas. Per queste piante (circa 25 esemplari in tutto, ristretti a un unico bosco) è stato eseguito una specie nuova, Mespilus canescens , che risulta una specie un fortissimo rischio di estinzione, dato il suo ristrettissimo areale e le scarse capacità riproduttive si manifestano in questi anni .


I frutti di nespolo sono molto duri e acidi. Divengono commestibili dopo essere stati ammorbiditi (“bletterati”) dal gelo, o naturalmente conservati in un tempo sufficiente. Una volta che il rammollimento inizia, la pelle assume rapidamente una consistenza rugosa e diventa marrone scuro, e l’interno si riduce ad una consistenza e al sapore che ricorda la salsa di mele.

Possono quindi essere consumati crudi, spesso consumati con il formaggio come dessert, sebbene siano anche usati per fare gelatina di nespola e vino. Un altro piatto è il “formaggio di nespola”, che è simile alla cagliata di limone, essendo fatto con la polpa di frutta, le uova e il burro.

nespolo
nespolo


Il Nespolo comune è un grande arbusto o piccolo albero e il nome del frutto di questo albero. Nonostante il suo nome latino, che significa nespolo tedesco o germanico, è originario dell’Asia sudoccidentale e forse anche dell’Europa sud-orientale, ed è stato introdotto in Germania dai romani.
Fino a poco tempo fa, la comune nespola era l’unica specie conosciuta di nespola .

Anche il Loquat ( Eriobotrya japonica ) è collegato, e talvolta chiamato “Nespolo giapponese”.
La Nespola comune richiede estati calde e inverni miti e preferisce luoghi soleggiati e asciutti e terreno leggermente acido. In circostanze ideali, la pianta decidua cresce fino a 8 m di altezza. Generalmente, è più corto e più arbustivo di un albero. Con una durata della vita di 30-50 anni, Le foglie di Nespola sono di colore verde scuro ed ellittiche, lunghe 8-15 cm e larghe 3-4 cm. Le foglie diventano di un rosso spettacolare in autunno prima di cadere.

Inserisci un commento

Name
E-mail

tre × 5 =

Commento