Il Teff, il cereale piu piccolo al mondo

Uno dei cereali più ricercato

Il Teff, il cereale piú piccolo del mondo. Probabilmente ci sono molte persone che già sanno che il Teff è un cereale originario dell’Etiopia e che con il suo grano si ottiene la farina che, dopo essere stata fermentata con acqua e sale per tre giorni, viene utilizzata per l’elaborazione artigianale dellEnjera (una specie di crêpe o pane piatto come una piadina spugnosa e leggermente acidula), usata come base per quasi tutte le preparazioni culinarie di questo paese, come per essempio il wot, tipico stufato etiope con verdure, carni e legumi.

Pianta del Teff

Il processo di fermentazione aumenta il suo contenuto nutrizionale. Tuttavia, quello che forse non sapevamo era che la Spagna é il primo esportatore di Teff per consumo umano e il terzo maggior produttore del mondo di questo cereale.

Zone di produzione:

Incredibile, ma vero. È da piú di quattro anni che si sta coltivando il teff nelle provincie castigliane di León, Salamanca, Palencia, Valladolid e Zamora con grande successo e con molta proiezione di futuro, tanto a livello della domanda per il consumatore, come a livello economico per i produttori. Il Teff, il cereale piú piccolo del mondo, chiamato anche Estate lovegrass (Eragrostis TEFF), era conosciuto solo in Etiopia fino a poco tempo fa. Il suo nome deriva dalla parola in amharico ‘teffa’ (perdita) che sottolinea la sua piccolezza e quindi la facilità nell’essere perso.

Il Teff è il più piccolo tra tutti i cereali, misura 1.5 mm di lunghezza e 1mm di diametro. Si stima che l’origine risalga a più di 5.500 anni fa. Anche i faraoni egiziani avevano capito il valore di questo piccolo granello che racchiude in esso tanto nutrimento. Sono stati trovati chicchi di questo cereale all’interno di alcune piramidi. Questo minuscolo, antico e delizioso cereale è ricco di principi nutritivi, superiori ad altri cereali come il frumento e la segale, non contiene glutine ed è quindi adatto all’alimentazione della popolazione intollerante che soffre di celiachia.

Raccolta del teff

Propietà nutritive del Teff:

  • 100% privo di glutine.
  • È ricco di carboidrati complessi (amido).
  • Ricco di potassio, calcio, fosforo e di una tipologia di ferro facilmente assimilabile.
  • Proteine vegetali di grande qualità. Contiene gli 8 aminoacidi essenziali
  • Detiene la più alta quantità di lisina e tiamina rispetto a orzo, frumento e a qualsiasi altro grano.
  • Ricco in fibra, stimola la flora del colon ed è considerato un grande deterrente per il diabete.
  • Per tutto questo, e per la sua alta digeribilità, il teff sta diventando sempre di più una componente fondamentale nella dieta degli atleti, negli alimenti per bambini e nella dieta di tutte le persone che vogliono mangiare sano.

Uso culinario del Teff:

Non è necessario sapere preparare l’injera per godere dei benefici di questo cereale ed integrarlo nella nostra dieta. Il Teff trova molteplici altri impieghi soprattutto nei prodotti da forno, infatti, può essere usato per fare pane, pizza, crackers, gallette, grissini, biscotti, muffins, pancakes, waffle, vari dolci, zuppe, porridge, ed anche la pizza. Il teff è un cereale molto versatile. La sua farina può essere usata miscelata a quella di frumento in prodotti da forno oppure i grani crudi possono sostituire le noci o il sesamo. Può essere aggiunto al porridge, pancake o pane per conferire un gusto particolare ed aumentare l’apporto di fibre. Si può usare come addensante per zuppe, minestroni, sughi e budini, oppure saltato in padella. Per esempio, il teff cotto si può mescolare con verdure, legumi e tofu per la preparazione di hamburger vegetariani. Inoltre, i semi possono essere fatti germogliare e usati così nelle insalate.

Come preparare il teff cotto: Mettere mezza tazza di teff in due tazze di acqua salata. Portare ad ebollizione e continuare la cottura a fiamma bassa per 15 minuti o fino a l’assorbimento dell’acqua. Si lascia riposare coperto per 5 minuti prima di servire.

Inserisci un commento

Name
E-mail

3 × 3 =

Commento