La Mangalica, il “Kòbe” dei suini

Maiali di mangalica
Maialini di Mangalica

La razza Mangalica ( Mangalizao  Mangalitsa ) era molto diffusa un tempo in Ungheria e nei paesi limitrofi famosa tra la fine del XIX e l’inizio del XX secolo per la qualità delle carni  , è stato considerato il kobe dei maiali. La sua carne è apprezzata in tutti i continenti, in molti la considerano tra le migliori in circolazione, anche dal punto di vista nutrizionale.

Nonostante oggi sia tornato in voga, il Mangalica è stato sull’orlo dell’estinzione ,I suini di questa razza hanno fatto la fortuna degli allevatori ungheresi, che ne esportavano in gran numero, specialmente nella seconda metà del secolo XIX e nei primi decenni del XX, sino a quando le razze inglesi si diffusero rapidamente e gli animali molto grassi vennero sempre meno ricercati. Nel ‘73 il governo ungherese la dichiarò razza protetta e, sono sul finire degli anni ‘90, il mangalica fu salvato dall’estinzione.

Mangalica
Mangalica nera

Una caratteristica precipua della razza Mangalica è appunto quella di depositare un’enorme quantità di grasso, il cui spessore sul dorso può superare i 20 cm; anche la carne, gustosissima, è abbondantemente infiltrata di grasso. Per gusto e consistenza, molti associano il Mangalica al Pata Negra iberico.

Il prosciutto di Mangalica è ricercatissimo. A paragone del collega spagnolo, indiscusso Jámon Iberico il grasso del maiale ungherese è ancora più morbido e in molti lo hanno paragonato al kòbe giapponese.

Le sue origini sono sconosciute ma si ipotizza che provenga dall’incrocio tra maiale e cinghiale, questo lo si intuisce guardando i cuccioli di Mangalica: sono striati, proprio come i piccoli cinghialetti.

Mangalica
Marezzatura di carne di Mangalica

Carattere tipico sdi questa razza è costituito dal pelame, in genere biondo o bianco, ma anche nero o ventre di rondine. Le setole sono di due tipi: alcune, lunghe 6-8 cm e spesse, altre  più corte 4-5 cm e molto più fini ,sono crespe e conferiscono all’animale un aspetto particolare. Le setole sono più abbondanti in inverno, specie nei soggetti che vivono all’aperto. Non sono animali di grande mole, l’altezza è infatti di cm 70-75, ma bene ingrassati possono raggiungere i 220-230kg.

Dal punto di vista nutrizionale Il grasso di Mangalica contiene il 54% di omega3 e una minima percentuale di colesterolo, proprio per  la sua vita semi-brada e il suo regime alimentare, portano a rendere il lardo così buono.

Ora cosa ci aspetta … solo di assaggiarlo

Inserisci un commento

Name
E-mail

19 − 4 =

Commento

Iscriviti per ricevere in anteprima tutti i nuovi articoli!